“La rimozione del glutine dalla dieta e vedere cosa succede, non è qualcosa di scientificamente corretto”

Alex Silva (/)

Il filosofo Alan Levinovitz, professore Universitario di James Madison, negli Stati Uniti, ha appena pubblicato in Brasile il libro la Menzogna del Glutine e Altri Miti Su ciò che Si Mangia (Cittadella Gruppo editoriale). Nel lavoro, si confronta diete di moda per il fanatismo religioso, e critica la mancanza di una base scientifica di queste raccomandazioni, il cibo radicali. Il glutine, proteina presente in elementi come il frumento, l’orzo e la segale, è il soggetto dell’articolo della copertura SANITARIA di febbraio, che è disponibile nelle edicole di tutto il paese. Nell’intervista, Levinovitz illustrati altri argomenti molto controversi, come i cibi transgenici e il ruolo di celebrità nel campo della diffusione di mode passeggere.

il glutine è il cattivo della nostra dieta?

Dipende. È chiaro che i celiaci dovrebbero evitare, così come una piccola percentuale di persone con una sensibilità che non risponde bene dopo il consumo. Ma ci sono quelli che tagliano la proteina, senza la necessità. Per generalizzare il danno ti fa credere che è dannoso per tutti.

Quando la gente deve prendere il glutine dalla dieta?

Se si pensa che non reagisce bene al glutine, la prima cosa da fare è visitare il dietologo o il gastroenterologo. Questi professionisti possono aiutare a capire qual è il problema in modo responsabile. Rimuovere il glutine dalla dieta e vedere cosa succede, non è qualcosa che è scientificamente corretto. Sarà che non ci si sente meglio, perché si paga di più attenzione alle abitudini alimentari? La nutrizione è una scienza molto complicata. Ci piace pensare che noi possiamo capire il nostro corpo, ma è facile confondersi. Se crediamo che qualcosa farà bene, probabilmente. Si chiama effetto placebo.

Il grano ha subito modifiche genetiche che potrebbero nuocere alla salute?

Il consenso scientifico oggi è che i cibi geneticamente modificati (ogm non rappresentano un pericolo per la salute umana. Per ora, non c’è grano transgenico disponibili sul mercato. In ogni caso, è molto importante continuare a testare questi alimenti e l’introduzione di nuove tecnologie. La possibilità di un pesticida o di un prodotto geneticamente modificato per essere poveri è reale. Pertanto, è dovere degli scienziati e degli enti pubblici di ricerca e per essere sicuri che questi problemi non si verificano. Parte di questo coinvolge non permettere che gli interessi delle grandi multinazionali di interferire con i test di sicurezza più rigorose.

Alcune statistiche suggeriscono che l ‘ 1% della popolazione ha la malattia celiaca, e il 5% ha mostrato una sensibilità non celiaca al glutine. Solo un terzo degli americani vuole tagliare il glutine dalla dieta, il numero che si ripete in altri paesi. Come interpretare questo conflitto statistico?

Molte persone soffrono di perdere peso o che hanno malattie croniche, che la medicina non può risolvere. È comune per i medici insensibili a disprezzare le preoccupazioni dei suoi pazienti. Per questi individui, la promessa di guarigione è una grande speranza. Perché si rende così molto senso seguire una dieta senza glutine. Che cosa hanno da perdere? Tuttavia, essi non prendono in considerazione è il fatto che, eliminando il glutine, si può soffrire di effetti collaterali. Questa nevrosi promuove la paura del cibo. Il cibo non è solo nutrimento. Il cibo è comunità, è dividere con gli altri, è la cultura. Eliminando il glutine (la carne, o qualsiasi altro tipo di cibo) in grado di isolare l’individuo socialmente, tra cui la famiglia e gli amici, perché i pasti hanno un importante funzione sociale. Per me pensare in modo olistico alla salute è quello di pensare il nostro posto nella società.

il Quiz: contiene o non contiene glutine?

C’è un fattore psicologico coinvolti nella sensibilità non celiaca al glutine?

Con così tante persone dicendo che il glutine è male, è comprensibile che una certa esperienza di un effetto psicologico. Pertanto, è importante non essere brutto o allarmistici sulla nutrizione. Ottenere paura e di ansia per quello che mangiamo porta a eventi negativi, come una squilibrata alimentazione.

come trattare come le diete che indicam eliminare o glutine per perdere peso?

per Adottare qualsiasi regime per perdere peso a breve termine. Sottrarre il glutine significa evitare elementi di calorie, cassa di birra, il pane e la pasta. Tuttavia, nel lungo termine, la perdita di chili non è dimostrato. Soluzioni facili distrarci dai veri cambiamenti di cui abbiamo bisogno per iniziare ad avere un sano stile di vita.

Come celebrità ha contribuito a divulgare la dieta senza glutine?

ognuno di noi vorrebbe essere come le celebrità. Noi amiamo la bellezza e il successo di loro. Noi crediamo che, se facciamo tutto quello che fanno (compreso quello che mangiano), saremo uguali a loro. Naturalmente questo non è vero. Ma il famoso può anche credere in essa e come vogliono influenzare la gente, a scrivere libri per rivelare i loro “segreti”. La verità è che non c’è nessun segreto nella dieta. Per avere una vita felice, sana e senza stress, solo per mangiare moderatamente e approfittare di tutti i possibili modi i momenti a tavola.

di Sensibilizzazione/James Madison University (/)

Alan Levinovitz è professore presso il Dipartimento di Filosofia e Religione, Università James Madison, Stati Uniti

la Divulgazione (/)

la Menzogna del Glutine e Altri Miti Su ciò che Si Mangia
Alan Levinovitz
Gruppo di Cittadella Editoriale
280 pagine

guarda le altre interviste in serie, con i gastroenterologi Alessio Fasano e Peter Gibson!