Dieta per una buona digestione

Alex Silva (/)

la mattina, ad un biscotto con miele e un bicchiere di latte? All’ora di pranzo, non perdere il fagiolo. Per lo spuntino del pomeriggio, come una pera. E, a cena, un ” grano verde, per finire la giornata senza esagerare. Anche se abbinata ad una sana routine, tutti questi alimenti può causare il più grande euforia se si soffre di sindrome dell’intestino irritabile (IBS), una condizione caratterizzata da gas, crampi e stitichezza o diarrea. Questo è perché sono in possesso di dosi caricato con FODMAPs, un acronimo inglese che rappresenta le iniziali di oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi fermentabili e polioli. Così tante parolacce, hanno il seguente significato: sono i carboidrati di difficile digestione.

“Che favorirà l’ingresso di un maggior volume di fluido nel piccolo intestino e causare più di fermentazione nell’intestino crasso”, spiega il nutrizionista Marianne Williams, della Fondazione del Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito. A causa di queste caratteristiche, i FODMAPs trigger i disagi tipici di coloro che hanno l’intestino sensibile — qualcosa circa il 20% della popolazione. Taglia dal menu porterebbe, quindi, un enorme sollievo per queste persone. E questo è già osservato, in pratica.

la Ricerca presso l’Università di Monash in Australia, indicano che la dieta a basso contenuto di FODMAPs opere nel 75% dei casi. In uno studio fatto con 30 vettori della malattia è stata osservata la riduzione dei sintomi nell’ordine del 50% dopo tre settimane con il nuovo regime, e il miglioramento è apparso soprattutto dopo la prima settimana. E nessun punto di credito, il guadagno per un effetto psicologico. I volontari non sono stati informati del fatto che questo era un menu speciale in modo che le vostre aspettative non influenzare i risultati.

Diverse categorie di alimenti, come frutta, i cereali e i legumi, sono composti che, per alcune persone, la loro confusione intestino. Anguria, orzo e lenticchie sono tra di loro. Il latte e i prodotti anche venire in elenco — non senza il calcio presente in questi elementi, il modo è quello di fare appello alle versioni senza lattosio. La prima fase dell’intervento ha una durata che varia da due a otto settimane. In questo periodo, è importante che la restrizione di questi alimenti è totale. “Solo in questo modo è possibile valutare l’efficacia del trattamento,” dice il nutrizionista Leticia Fuganti Campos, della Società Brasiliana di Nutrizione Parenterale ed Enterale.

Per evitare lo slittamento e di facilitare l’adozione di una dieta a basso contenuto di FODMAPs, il Brasiliano Federazione di Gastroenterologia pubblicato sulla sua pagina web una tabella completa con il cibo rilasciato e il proibito. Ma questa caratteristica non dare un segnale verde per correre al supermercato e prendere l’investimento nel nuovo menu, visto? Prima di pasticciare nel menu, è necessario visitare uno specialista. Il tutto per garantire che, dopo la modifica, il vostro corpo non soffrire con la mancanza di sostanze nutritive.

La dieta contro IBS è diviso in tre fasi. Nel primo, che dovrebbe durare tra le due e le otto settimane, l’obiettivo è quello di vietare la FODMAPs. Nel secondo, l’individuo deve ri-entrare, lentamente, i cibi proibiti e prestare attenzione a coloro che più si innescherà la crisi. Questo passaggio serve per meglio comprendere lo stato d’animo e le reazioni dell’intestino. Nella terza e ultima fase, l’idea è quella di adottare una dieta più vicini alla normalità. “L’obiettivo è quello di tornare con la maggior parte del cibo, dal momento che i sintomi rimangono controllati. Dunque, l’individuo in grado di identificare la maggior parte, diciamo, è pericoloso”, spiega il nutrizionista Jane Muir, del Dipartimento di Gastroenterologia dell’Università di Monash.

Se i sintomi del disturbo non migliorano con il menù, si può tornare in ufficio per rivedere le strategie. “Il monitoraggio medico rimane la migliore opzione per il controllo della IBS,” dice Carlos Fernando Francesconi, direttore del dipartimento di Gastroenterologia dell’Ospedale di Cliniche di Porto Alegre. Perché non sempre la dieta con basso contenuto di FODMAPs è la migliore scommessa.

Francesconi di solito entrare solo per i pazienti con immagini di IBS più grave. “In casi di lieve o moderata, una dieta considerato equilibrato, abbastanza è abbastanza”, dice il gastro. “Nessun cibo deve essere bandito per sempre”, ha detto. Nella dieta di FODMAPs, è di rafforzare, non è questo il caso. Dovrebbe durare al massimo due mesi. Se, in aggiunta, c’è il rischio che si verifichi una modificazione della flora intestinale e, di conseguenza, un peggioramento dei sintomi che già affliggono i vettori della malattia.

un’Altra raccomandazione a coloro che comprendono: la gente senza la sindrome non hanno motivo di adottare questo programma alimentare — no, non aiuta a perdere peso. “I FODMAPs, infatti, sono anche i benvenuti per un intestino sano. Pertanto, essi dovrebbero, sì, può essere consumato da chi non IBS”, avverte il ricercatore australiano Jaci Barrett. Infatti, se l’individuo ha solo la stitichezza, per esempio, è probabile che sia necessario per altri tipi di regolazione del menu (e questo influenza anche nella scelta degli alimenti).

Francesconi punteggi anche se la dieta non può essere visto come protagonista il trattamento di IBS. Dopo tutto, si parla di un quadro complesso, in cui lo stress ha un impatto enorme. “I casi di lutto, la violenza e anche la crisi economica che influenzano la digestione,” dice l’esperto. Conosciuto come il secondo cervello, l’intestino è anche soggetto a variazioni nel temperamento. Ma è bene sapere che il cibo giusto, anche come attore non protagonista, si può aiutare a lenire il loro umore.

Sem FODMAPs

Un giorno seguendo la dieta per calmare l’intestino

Desjejum

il Latte di soia o latte senza lattosio frullato con banana e avena. O un pane senza glutine con il formaggio senza lattosio, accompagnato da una fetta di melone.

Spuntino di metà mattina

Yogurt senza lattosio e una porzione di fragole o ananas.

Pranzo

la Linea di metà di un piatto con carote, lattuga, pomodori, cetrioli, melanzane, zucchine, spinaci, radicchio e zucca. Sull’altra metà, posizionare una porzione di riso con pesce o carne (rossa o pollame).

Lanche da tarde

Mix di semi e un mandarino.

Jantar

Ripetere il pranzo. Dà per sostituire il riso – patate-dolci o patate-inglese, polenta o pasta senza glutine. Sempre riservare più spazio per l’insalata. L’uovo è anche consentito.