La merenda dei più piccoli brasiliano

André Moscatelli (/)

Se si prende cura dei bambini, è probabile che si prepara anche una merenda per loro. Ma mai fermati a pensare quello che ho messo nel cestino per il pranzo? O su che serve per i piccoli, quando la fame colpisce nel pomeriggio? Non credo che queste sono questioni meno importanti. O che questi momenti dovrebbe essere visto come una sessione di snack. Gli snack intermediari che colmare il divario tra le grandi pasti, può fare la differenza in una dieta equilibrata. E la stava tenendo d’occhio i bambini a piedi da mangiare in questi tempi che i pediatri Mauro Fisberg, Università Federale di São Paulo, e Carlos Alberto Nogueira de Almeida, l’Associazione Brasiliana di Nutrology led, una delle prime indagini nazionali su di esso.

Il campione comprendeva la partecipazione di 1 391 bambini e bambine dai 4 ai 6 anni tra le cinque regioni del paese. La maggior parte (48%) appartenevano alla classe C. La raccolta di informazioni su snack al mattino e nel pomeriggio è stata effettuata con l’aiuto dei genitori e accompagnatori, che hanno ricevuto i questionari. Durante i tre giorni, hanno registrato dati sull’assunzione di alcuni alimenti da parte di bambini. Alla fine, i professionisti hanno analizzato le risposte e trovare i numeri un po ‘ preoccupante.

per saperne di più: 10 miti e verità circa l’alimentazione dei bambini

I risultati dell’indagine sono stati presentati nel Forum SALUTE, tenutasi alla fine dello scorso anno. In quell’occasione, gli autori discussi i principali risultati in presenza di altri ospiti della zona. Per Fisberg, l’elevato consumo di zucchero è stato uno dei punti più critici addebitato per l’indagine. Per avere un’idea, l’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che solo il 5% del totale delle calorie provengono da zuccheri aggiunti, o è, quello che abbiamo messo nel succo di frutta o un caffè, e che è presente anche in prodotti industrializzati. Se consideriamo una dieta di 1 800 calorie, questo dà una 22.5 grammi al giorno. Il problema è che la merenda dei piccoli brasiliani stanno contribuendo a questo limite è facilmente superato. Nel midwest, solo nel pomeriggio, il consumo medio era di 21,4 grammi.

Il diluvio di zucchero nel snack provengono principalmente dai dolci e biscotti farciti, bibite e industrializzati, succhi di frutta. Infatti, il problema non è tanto il prodotto in sé, ma piuttosto, di quanta ne viene consumata. “Non vogliamo fare terrorismo alimentare. Tuttavia, è necessario essere cauti con la qualità e la quantità del cibo,”, dice nutrizionista Ana Paula Lupo Tasca Del’Arco, che firma anche lo studio. In questo senso, la partecipazione degli operatori è fondamentale. “I genitori sono responsabili per l’alimentazione dei bambini. Anche se il piccolo chiedere per una cosa o per l’altra si potrà negoziare o a decidere cosa va in lunchbox”, dice Ana Paula.

gli Altri numeri preoccupazione evidenziata dalla ricerca sono quelli relativi al consumo di sodio e di calcio. Mentre il primo è in alto, troppo, l’altro è al di sotto del previsto. In Brasile, aggiungendo gli snack al mattino e pomeriggio, per l’assunzione di sodio è stato 457 milligrammi – quasi il 40% del limite giornaliero indicato. Il problema è che, se si considerano anche tutti i pasti del giorno, e la maggior parte di solito essere un sale, il totale giornaliero sarà probabilmente estrapolare l’ideale per questo gruppo di età, che è di 1 a 200 milligrammi. C’è complicato… Quando gli abusi del principio, il corpo mantiene fluido e il volume del sangue aumenta, il che favorisce un inasprimento nelle arterie. La pressione alta è spesso un problema di grandi persone, ma questo non significa che i bambini sono liberi di farlo.

Il calcio, a sua volta, è caduto a corto di desiderato. La raccomandazione della Nazionale di Sorveglianza Sanitaria Agenzia, l’Anvisa, è di 600 milligrammi al giorno. Questa parte è importante dare di manutenzione per lo scheletro e per evitare, in futuro, il film, come l’osteoporosi. Gli snack intermediari si combinano perfettamente con le principali fonti di calcio, come lo yogurt, latti fermentati, formaggi e petit suisse. Secondo lo studio, il pre-scuola i bambini ingeriscono, in media, 120 milligrammi di calcio nello spuntino della mattina e 125 nel pomeriggio. Che è, per raggiungere la quota giornaliera consigliata, gli manca ancora un po – quello che chiede un punto di allerta, già che i bastioni di calcio apparire poco a pranzo o a cena.

per saperne di più: Imparare a lasciare la scatola di pranzo di bambini sani e sicuri

Il Centro-Ovest, di nuovo, è stato sorpreso con i numeri lampante. La mattina, i bambini consumati, in media, solo il 16 milligrammi di minerali. “Il latte non sono così frequenti negli spuntini di questa regione, che spiega un declino l’ingestione di proteine e di calcio. Sembra che i prodotti sono sostituite dalle bevande zuccherate”, spiega Ana Paula. È lì che i pezzi del puzzle si incastrano. Come avete visto, il midwest è il più grande consumo di zucchero, soprattutto nel pomeriggio snack.

per Risolvere questi squilibri nutrizionali è essenziale per combattere le malattie che si stanno diffondendo nell’infanzia, con enfasi sull’obesità. Il nutrizionista Mariana Del Bosco, la capitale di san paolo, dice: “l’eccesso di peso non ha una sola causa. Noi, tuttavia, è legato principalmente alla mancanza di cibo e la mancanza di attività fisica”. E grasso e un sacco non venire da solo. Anticipa problemões come il diabete di tipo 2, il colesterolo alto, ipertensione…

è bene che questo scenario può essere evitato o invertita dalla più tenera età, se i pasti, tra cui quello che va in lunchbox, sono previste ed equilibrato. Per inciso, la X-ray snack del piccolo brasiliano dimostra che non tutto è perduto. Alcune cose sono già sulla strada giusta. “quello che mi ha colpito di più è stato il consumo di frutta in tutte le regioni del paese,”, in evidenza Mariana. Gli snack sono circa il 20% dell’ideale l’assunzione giornaliera di fibra, che è tra i 9 e gli 11 grammi per bambini dai 4 ai 6 anni.

secondo la Società Brasiliana di Pediatria, i bambini dovrebbero consumare cinque o sei pasti al giorno. E gli spuntini sono buone opportunità per soddisfare la domanda di nutrienti. “Con loro, i più piccoli non si ottiene molto tempo a digiuno e ancora imparare a controllare il senso di sazietà,”, rafforza Mariana. È o non è per dare più valore?

Non dimenticate il raffreddamento

Per il cibo non rovinare nel tempo del bambino che va a scuola, è importante conservare correttamente. Questo è particolarmente vero per i latticini, che sono sensibili alle alte temperature. Caso di deterioramento, possono anche causare avvelenamento. “Un lunch box termico è il miglior modo per conservare il cibo,”, indica Ana Paola Monegaglia Vidigal, nutrizionista del Papa Gourmet in São Paulo.

O lanche ideale

Secondo la Società Brasiliana di Pediatria (SBP), il pranzo a sacco deve contenere questi elementi per comporre un pasto equilibrato

il Carboidrati

//giphy.com/embed/J6UPBuqjUznJS

È essenziale per fornire energia. Include pane, dolci e biscotti salati o dolci di riempimento. Ma dare la preferenza a una versione completa. E restate sintonizzati per la parte, dal momento che l’eccesso viene accumulato nel corpo come grasso.

Proteína

//giphy.com/embed/o4aWI6qBnplWo

Le migliori fonti di nutrienti sono latticini, bevande, formaggi, yogurt… Godere l’opportunità di unire l’utile al piacevole: una merenda a base di pane integrale con una fetta di formaggio bianco?

Fruta

//giphy.com/embed/Aq9QWVIMYtzFK

serve il pasto con proteine, vitamine e minerali. I più pratici sono quelli che possono essere consumati con la buccia, o che, almeno, sono facili da sbucciare, come banane, uva, mela, pera e mandarino.

Bebida

//giphy.com/embed/nX2NYPOFCAz5u

aiuta a ricostituire la perdita di liquidi derivanti da attività quotidiane. Investire in acqua, succhi di frutta, tè e acqua di cocco. Dare la priorità alle versioni senza zucchero ovviamente.