Come nutrire una mamma l’allattamento al seno

Il potere della madre durante l’allattamento al seno non ha bisogno di essere diverso dal potere di qualsiasi altra donna, già che qualunque fase della vita, la dieta deve essere sana ed equilibrata.

In realtà, non c’è cibo proibito o nessuno di quello che potrebbe essere considerato obbligatorio per l’allattamento al seno madre, o per produrre più latte o per questo per essere di qualità migliore. Il latte dei mammiferi è il latte di migliore qualità per nutrire i pulcini appena nati. In realtà, è l’unico alimento in grado di fornire a tutte le esigenze nutrizionali nella loro interezza.

4 miti sulla dieta durante l’allattamento

1. Devi mangiare di più? Tradizionalmente, è raccomandato un aumento di 500 Kcal in più alla madre prima della gravidanza. Tuttavia, recenti studi sostengono che essi sono tenuti a non più di 200 Kcal giornaliere sulla dieta consigliata per le madri di non allattare al seno le donne, che sembra indicare che c’è un miglioramento nel metabolismo durante l’allattamento al seno, rendendolo più efficiente.

2. Se io aumento la quantità di acqua, vi ho più latte? l’assunzione di acqua non aumenta il volume di latte, ma così poco rende il latte è più acqua, il che significa che il latte è acqua. La quantità di acqua che di latte materno varia con il tempo ad ogni poppata, dal momento che il latte è più acquoso all’inizio e con più grasso in fine, indipendentemente dalla quantità di acqua che la madre drink. È certo che durante l’allattamento la sensazione di sete può essere aumentato, soprattutto all’inizio, ma non è necessario bere più acqua, non di meno, ma la quantità che il corpo chiede. Così poco è necessario bere più latte che se si beve abitualmente, se questa è la solita dieta della madre, dal momento che il consumo di latte di mucca (o di capra o latte di riso o di mandorle) non aumenta la produzione di latte materno.

3. Il mio bambino ha il gas per il cibo che mi piace? d’altra parte, gli alimenti o bevande che producono gas nella madre, non producono gas nel bambino. In realtà, nella maggior parte dei casi, i gas generati nello stomaco o intestino e, più specificamente, nel colon, di solito come risultato della fermentazione di carboidrati grazie ai batteri che fanno parte della flora intestinale. Nel caso di bevande gassate, il gas è di ingestione e di espulsi per via orale. Il gas non passare per il sangue, e, pertanto, non si passa al latte.

4. Devo evitare cibi forti come l’aglio? Ci sono altri alimenti, come la cipolla, l’aglio o con gli asparagi, che sono vietati, perché i loro sapori sono troppo forte per il bambino. Il bambino, piuttosto che queste credenze sono utilizzati per i sapori degli alimenti consumati abitualmente dalla madre, dal palco di intra-uterina. Le particelle responsabili del sapore degli alimenti sono in grado di raggiungere, attraverso la placenta, il liquido amniotico che il feto ingerisce il modo abituale in grembo, cambiando il suo sapore, in modo che qualsiasi sapore forte, non è motivo sufficiente per evitare qualsiasi tipo di cibo. Tuttavia, è certo che i sapori passare attraverso il latte materno, e alcuni bambini possono essere estremamente sensibili a loro. Così, ogni caso può e deve essere valutato singolarmente.

Carlota Reviriego

Nutricionista

  • Facebook
  • Twitter
  • Whatsapp


  • Comentarios

Related

I dubbi della donna nel post-partum

Hipogalactia. Quando la madre non produrre abbastanza latte

Protesi al seno e l’allattamento al seno. Miti e verità

Da quello che il bambino prende il seno

Migliorare la pratica dell’allattamento al seno potrebbe salvare migliaia di vite

0 commenti

O mais visitado

10 idee per connettersi con il vostro bambino

i bambini possono imparare con i loro sogni

rischi del lavoro in una donna incinta

La sfida di essere una donna, una madre e un operaio

  • Quem somos
  • Termos de uso e privacidade
  • Fale conosco
  • Anunciantes
  • Mapa do site

GuiaInfantil.com è leader nel pubblico tra i siti per i genitori con 8,5 milioni di visitatori unici in Brasile, in America latina e in Spagna

Tutti i direitos reservados il Pollice Media S. L. © 2000-2018. Licenza SGAE SGAERRDD/5/267/10111012