Malattie respiratorie possono contribuire a un infarto

Problemi respiratori hanno un impatto sulle navi e nel flusso sanguigno  (Figura: GI/Getty Images)

Uno studio condotto da scienziati dell’Università di Sydney, in Australia, si riscalda la discussione circa l’aumento del numero di attacchi di cuore in inverno. Per colloquio 578 persone che sono sopravvissuti a un attacco di cuore, gli esperti hanno notato che, sette giorni prima della caduta nel petto, e il 17% dei volontari ha mostrato sintomi di problemi di respirazione – mal di gola, tosse, febbre e dolore facciale. L’altro 21% sono stati diagnosticati con malattie come la bronchite e la polmonite nei mesi precedenti l’evento di malattia cardiovascolare.

  • Medicinavacina da cruccio: o que muda em 2017query_builder 11 abr 2017 – 16h04
  • MedicinaSono pode disparar una sospensione Rumiquery_builder il 2017 6 fev – 14h02
  • FitnessTarefas domesticas previnem doencas cardiovascularesquery_builder il 2017 7 fev – 13h02

i ricercatori, il rapporto in questione può essere spiegato dal fatto che questo tipo di struttura si apre la strada per la formazione di coaguli di sangue e cambiamenti nel flusso di sangue, oltre a incitare il più grande rilascio di tossine che, ferito vasi. Qual è il risultato? Il rischio di un attacco di cuore in crescita di 17 volte nella settimana che una infezione delle vie respiratorie dà i ragazzi, che cade a poco più di 30 giorni.

Quando il disturbo coinvolge in particolare il tratto respiratorio superiore (naso, faringe, e le regioni interessate), come si verifica nelle riniti, sinusiti, faringiti, raffreddori, la minaccia per la cuore è un po ‘ inferiore, ma ancora alto (13 volte di più, per essere più precisi). Tuttavia, perché sono molto più comuni, gli esperti raccomandano attenzione alle misure di la prevenzione e il trattamento in questi casi.

per ricevere una dose settimanale di SALUTE nella tua e-mail? Allora iscriviti alla nostra newsletter — e ‘ facile e gratuito. Basta cliccare qui.

Category: Senza categoria