Ovaio creato in 3D, stampante che rende gli animali non fertile rimanere incinta

Il metodo può aiutare a voi, tra le altre donne, quelle che sono state sterilizzate, durante il trattamento del cancro (Illustrazione: Lucas Kazakevicius/SALUTE è Vitale)

Tre ratinhas laboratorio con i problemi di la fertilità ha dato vita ad una sana pulcini dopo aver loro ovaie sostituito da una versione sintetica del corpo, realizzato in una stampante 3D. Il corpo delle donne ha assunto il comando della struttura artificiale in una settimana, e poi uso a casa e rilasciare l’uovo al ritmo giusto – così, così, la salute riproduttiva e ormonali animali.

“la Nostra speranza è che questo bioprótese è l’ovaio per il futuro”, ha detto al quotidiano britannico Guardian Teresa Woodruff, un ricercatore presso la Northwestern University, Chicago, USA. “L’obiettivo del progetto è quello di ripristinare la fertilità e la salute ormonale, di pazienti affetti da cancro, i giovani che sono stati sterilizzati con il trattamento.”

Attualmente, le donne che diventano sterili prima del primo periodo a causa di problemi di salute è necessario assumere dosi elevate di ormone mantenere il ritmo di sviluppo del corpo durante la pubertà.

  • Fitnessl’Attività fisica aiuta la fertilità maschilequery_builder il 9 maggio 2017 – 09h05
  • Medicinail Trapianto di ovaio: un’opzione per preservare la fertilitàquery_builder 7 dic 2016 – 17h12

come funziona

Un ovaio reale può essere paragonato, in alcuni aspetti, una scatola di gallina uova – sì, il cartone, venduti al supermercato. Ha lo slot di superficie arrotondata che è foderato in che le uova che non sono ancora maturi, sviluppare, e in attesa del suo tempo a scendere per una possibile fecondazione.

L’ovaio conosce il momento giusto per rilasciare un uovo maturo per la ricezione di un comando di ormone specifico, se c’è un problema nel meccanismo di rilascio, il risultato sarà l’infertilità.

L’impianto dell’ovaio artificiale, che potete vedere nella foto qui sotto, è fatto di gelatina con alto contenuto di acqua, e assomiglia a una bolla di plastica in apparenza. L’esempio che si trova sulla punta della pinza ha solo quattro o cinque millimetri, e anche se questo non è visibile ad occhio nudo, è pieno di avvallamenti che lavoro nello stesso modo in cui l’ovaio reale. Nell’articolo scientifico, pubblicato in Natura, c’è una descrizione dettagliata della struttura.

l’Ovaio, realizzato in 3D, stampante (Foto: Northwestern University/Volantino)

Quando il corpo della femmina, finora sterili, si rende conto che ora c’è un impianto in grado di fare che l’ovaio non era, egli assume il comando della gelatina e passare da utilizzare. Questo processo di appropriazione della protesi comporta compreso il vostro vascolarizzazione – che è, i vasi sanguigni che passano per l’irrigazione della superficie artificiale e nutrire le uova.

Produzione

La stampa 3D di questa superficie porosa, così piccolo, è un processo molto delicato. Se si potesse guardare l’esempio di cui sopra in un microscopio, si dovrebbe vedere di lunghi filamenti di una proteina chiamata collagene – l’ingrediente responsabile per la coerenza curioso di gelatina. Questi fili sono intrecciati insieme come un cesto di vimini fatti a mano. Ed è inutile, e rientri in questa superficie intrecciato piccolo che le uova si adattano insieme.

Qui è una nota a piè di pagina: il collagene è anche essenziale per mantenere in vita. Grazie ad esso, i vostri muscoli di contratto e di tratto, e la pelle mantiene l’elasticità necessaria per resistere un pizzico. Senza di esso, si dovrebbe avere problemi di formazione sulle ossa e tendini e le articolazioni rigido. Circa il 30% delle proteine presenti nel corpo umano è il collagene, in altre parole, tutto il mondo è il 30% di gelatina.

sostituire l’ovaio da una versione del laboratorio biodegradabili fatto di collagene e l’acqua è un buon modo per evitare che il corpo rifiutare l’impianto e l’infiammazione sono comuni quando i pezzi di metallo o di plastica sono inseriti in parti delicate del corpo.

Negli ultimi anni, le protesi dell’ovaio con lo stesso principio era già stato testato con successo. Ma essi sono stati prodotti manualmente, e, di conseguenza, meno precisa. Con la stampante, è stato possibile controllare l’angolo tra le macchie di colla di pesce, che costituisce la trama del gioco, che cambia l’adesione di ovociti e, di conseguenza, l’efficacia del trattamento.

Una linea di principio, come è stata utilizzata la scorsa settimana da un ricercatore presso il colombiano, che ha creato una protesi della retina non invasivo che utilizza l’acqua e le proteine presenti nei tessuti del fotosensibile dell’occhio umano. Il materiale è molto più ben accolto dal corpo che le telecamere del metallo utilizzato in precedenza.

Questo contenuto è stato originariamente pubblicato in Superinteressante.

Category: Senza categoria